MARCUS FLEMING

John Marcus Fleming è stato un economista Britannico. Insieme al Nobel Robert Mundell ha elaborato il modello Mundell-Fleming. Questo modello è un'estensione del modello IS-LM. Mentre il modello IS-LM descrive l'economia sotto una condizione di autarchia, il sistema Mundell-Fleming prova a descriverlo in economia aperta.

Tipicamente il modello Mundell-Fleming propone la relazione tra il tasso nominale di cambio (E) e l'output economico (Y) (diversamente dal sistema IS-LM che riguarda il tasso d'interesse e l'output economico) nel breve periodo. Il modello Mundell-Fleming è stato usato per capire che l'economia non può simultaneamente mantenere un tasso di cambio fisso, libero movimento di capitale, e una politica monetaria indipendente. Questo principio è chiamato trio inconciliabile o "trilemma."

Marcus Fleming, nel 1971 (On Exchange Rate Unification in The Economic Journal, vol. 81, nº 323, 1971, pp. 467-488), ha sottolineato che in un’area a cambi fissi i cambi sono fissi solo nominalmente; se vi sono differenze nei tassi di inflazione, cambiano comunque i tassi di cambio reali: se il paese A ha un’inflazione più bassa del paese B, i prezzi dei suoi beni costano meno di quelli del paese B e ciò comporta una sottovalutazione della valuta di A e una sopravvalutazione di quella di B; per tornare all’equilibrio, A dovrebbe rivalutare e B dovrebbe svalutare; dal momento che questo non è possibile in un regime di cambi fissi né in un’unione monetaria, Fleming ne concludeva che le differenze nei tassi di inflazione tra i paesi europei avrebbero comportato, nel caso di creazione di un'unione monetaria tra gli stessi, una tendenza maggiore che negli USA a «sviluppare squilibri interni» e una maggiore «difficoltà a conciliare elevata occupazione e ragionevole stabilità dei prezzi».

fonte:wikipedia

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.