PAOLO SAVONA

Paolo Savona è un economista e professore universitario. Ha svolto numerosi incarichi pubblici in Italia e all'estero. Fin dalla firma del Trattato europeo del 1992 si è dichiarato contrario all'accettazione dei parametri di Maastricht perché privi di base scientifica e troppo rigidi per un'economia che richiede flessibilità; ha inoltre considerato impreparata l'Italia a entrare nell'euro esprimendo, in un pamphlet intitolato L'Europa dai piedi di argilla, il suo dissenso.

La lettera del prof. Savona agli amici tedeschi e italiani

pubblicato da www.formiche.net  25 - 10 - 2012 Paolo Savona

Formiche.net pubblica un capitolo dell'ultimo libro dell'economista Paolo Savona. Un'analisi imperdibile

Cari amici italiani,
temo non vi rendiate conto della gravità della situazione che spinge giorno dopo giorno l’Italia sul sentiero del sottosviluppo economico e della crisi sociale. Al contesto mondiale di crescente concorrenza, si aggiungono gli effetti della natura monetaria non ottimale dell’euro e di una ancor più rigida politica fiscale impostaci dall’UE e da noi accettata sotto l’assillo dell’emergenza, ma ora giustificata come una soluzione, se non ideale, quanto meno plausibile ai mali dell’Europa. Tutto ciò porta alla deindustrializzazione dell’Italia e alla crescita della disoccupazione. Il settore alimentare e quello dei servizi turistici non sono in condizioni di compensare la perdita di spinta dei due motori del nostro sviluppo, le esportazioni di prodotti industriali e le costruzioni.

Leggi tutto: La lettera del prof. Savona agli amici tedeschi e italiani

Paolo Savona: «La Germania è il vero Paese inaffidabile»

pubblicato da vita.it, di Lorenzo Maria Alvaro 13 luglio2015

L'economista non usa mezzi termini: «L'Italia prepari un piano B per l’uscita dall’Euro. Se dovessimo essere colti impreparati sarebbe veramente un dramma. La Germania si è autoproclamata come “paese d’ordine dell’Europa” e ha usato la Grecia per riaffermare questo ruolo»

Non usa mezzi termini il noto economista Paolo Savona, già ministro dell’Industria nel governo Ciampi e autore per Rubbettino del discusso pamphlet “J’accuse. Il dramma italiano di un’ennesima occasione perduta” (pp. 84, in questi giorni in libreria): «La Germania ha dichiarato che ha perso la fiducia nella Grecia di Tsipras. Questa dichiarazione fa perdere definitivamente fiducia nella Germania di Schäuble o, più esattamente, conferma che la Germania non è partner affidabile nella costruzione dell’Europa unita».

Leggi tutto: Paolo Savona: «La Germania è il vero Paese inaffidabile»

Paolo Savona: “Le bugie sull’euro della patetica minoranza che purtroppo governa le sorti del paese”

Pubblicato da scenarieconomici.it 5 maggio, 2014

“È un insulto alla sovranità popolare affermare che gli elettori non sanno scegliere e quindi le élite devono farlo per loro”

Solo i mitomani dell’euro, una patetica minoranza che purtroppo governa le sorti del paese, non ammettono che l’euro sia una moneta mal costruita e affidano il loro ingiusto dominio al terrore di ciò che può accadere se l’euro fosse abbandonato. Con questa premessa, il noto economista italiano Paolo Savona, in un articolo per Imolaoggi, sostiene come il compito degli studiosi sia quello “di illuminare la strada degli elettori e non tenere lo strascico dei governanti nella speranza di trarne personale beneficio”. Perciò i quesiti che devono essere rivolti all’elettore sono i seguenti:

Leggi tutto: Paolo Savona: “Le bugie sull’euro della patetica minoranza che purtroppo governa le sorti del paese”

Una proposta per ridurre il fardello del debito pubblico italiano

26/07/2015

Cliccando il link  potete visionare la proposta Fratianni/Rinaldi/Savona  di riduzione degli oneri e dello stock di  debito pubblico   italiano mediante una rimodulazione delle scadenze, delle cedole e la vendita di parte del patrimonio pubblico, quest'ultima da effettuarsi con la creazione di un fondo dove dovrebbe confluire parte del patrimonio pubblico, fondo che dovrebbe essere sottoscritto, su base volontaria,  da privati e istituzioni (http://docs.dises.univpm.it/web/quaderni/pdfmofir/Mofir081.pdf).

Leggi tutto: Una proposta per ridurre il fardello del debito pubblico italiano